Pages

La (ri)apertura delle porte al via del mare accontenta per meta'

di Nicola Zuccaro

BARI - Erano da poco trascorse le 18.15 quando presso la Sala Stampa della Prefettura di Bari veniva ufficializzata la decisione scaturìta al termine della riunione congiunta dei Comitati per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica delle Province di Bari e Lecce che definiva anche a seguito dell'intervento diretto del Ministro degli Interni Maroni di (ri)aprire per metà le porte del Via del Mare ai tifosi di Lecce e Bari in occasione del Derby in programma il prossimo 6 Gennaio. Una decisione che oltre a cancellare quella precedentemente adottata lo scorso 29 Dicembre dal Prefetto di Lecce ha provocato delle parziali felicitazioni. Maggior contentezza da parte leccese con in testa il Sindaco del Capoluogo Salentino Paolo Perrone che notevolmente soddisfatto per il provvedimento adottato ha ceduto il posto per una dichiarazione squisitamente sportiva al Vice Presidente del Lecce Semeraro.Il numero 2 della Dirigenza Giallorossa accennava sulla incredibile gestione della Sicurezza da parte delle Forze dell'Ordine evidenziando il fatto che la decisione adottata è da considerarsi a tutti gli effetti una Vittoria dello Sport. Vedere il Via del Mare chiuso - proseguiva Semeraro - per me rappresenta una sofferenza perchè l'assenza del pubblico ed in particolari dei tifosi avrebbe privato il Derby di quello spettacolo coreografico sugli spalti per il quale si auspica la collaborazione di entrambe le tifoserie. Di esse, Semeraro, elogiava per il comportamento civile assunto durante la prima parte dell'odierno Campionato i tifosi del Bari verso i quali è stato però meno tenero Vincenzo Matarrese. Il Numero 1 di Via Torrebella nel condividere la sofferenza di Semeraro circa l'eventualità di disputare la gara a Porte Chiuse raccomandava ai tifosi leccesi e baresi di fare bella figura poichè è anche in gioco l'immagine sportiva e non della Puglia. Dobbiamo dimostrare - proseguiva Matarrese - di non essere inferiori alle altre tifoserie e se questo sarà disatteso le due tifoserie potranno prendere molto. Dal punto di vista organizzativo Matarrese preannunciava oltre ad una presenza degli Steward dell'As Bari anche la sua tra i 6.200 tifosi baresi che occuperanno la Curva Sud dell'impianto di Via Del Mare. Ugualmente soddisfatto il Sindaco di Bari Michele Emiliano che nel ritenere storico il provvedimento adottato perchè auspicante per un allontanamento della Violenza dagli Stadi annunciava a microfoni spenti la sua presenza con un : " Io ci vado". Nel sconsigliare chi sprovvisto della tessera del tifoso di mettersi in viaggio Emiliano aggiungeva che una Partita a Porte Chiuse è una Partita persa in partenza. La posizione del Primo Cittadino si confermava decisamente politica a chi gli chiedeva perchè si recasse a Lecce ospite di Paolo Perrone. Emiliano diplomaticamente chiosava : " Io e Perrone lavoriamo insieme da Sindaci così come ho fatto in passato con la Sen. Poli Bortone". L'unica voce scontenta da registrare è quella del Capo degli Ultras Alberto Savarese che ai taccuni del nostro Giornale manifestava la scontentezza sua e dell'intero Tifo Organizzatoin merito al provvedimento adottato perchè restrittivo nei confronti dei totali 16.000 tifosi baresi possessori della Tessera del Tifoso. Savarese demandava ad essi il compito di organizzare la Trasferta del 6 Gennaio.

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.