Pages

In evidenza

Conto alla rovescia alla chiusura della Premier League: il punto sulla stagione 2018/19

Battute finali per la Premier League: a pochissime giornate dalla conclusione di questa stagione 2018/19, la massima serie del campionat...

Conto alla rovescia alla chiusura della Premier League: il punto sulla stagione 2018/19

Battute finali per la Premier League: a pochissime giornate dalla conclusione di questa stagione 2018/19, la massima serie del campionato di calcio inglese continua a tenere con il fiato sospeso i tifosi britannici, come d'altra parte tutti gli appassionati del grande calcio.

Se il campionato italiano, in questa stagione, ha visto la Juventus capolista staccare gli avversari in maniera sempre più netta, di fatto mettendo in cassaforte l'ottavo Scudetto consecutivo a settimane di distanza dall'ultima giornata, la Premier League continua ad essere teatro di un'accesa sfida per il primo posto: quella tra il Liverpool ed il Manchester City.

Le due squadre siedono ai primi posti della classifica del campionato inglese, a pochi punti di distanza l'una dall'altra, ma staccando invece di quasi 20 punti le formazioni del Tottenham, dell'Arsenal, del Chelsea e del Manchester United.

Entrambe le formazioni sono reduci da una stagione di grandi performance e hanno davanti a sé sfide ancora importanti, che rappresentano occasioni perfette per racimolare gli ultimi punti disponibili ed aggiudicarsi la vetta della classifica, ma anche appuntamenti insidiosi, potenzialmente in grado di esporre al rischio di sconfitte.

Nelle ultime giornate della Premier League 2018/19, il Liverpool, attualmente capolista con 85 punti, si troverà a fronteggiare il Cardiff, l'Huddersfield, il Newcastle ed i Wolves. Dal canto suo, percorso tutt'altro che in discesa per il Manchester City, attualmente stabile in seconda posizione (con un scarto quindi di soli 2 punti), prossimo alle gare contro Tottenham, Burnley, Leicester, Brighton e, soprattutto, contro il Manchester United.

Poche le certezze per quanto riguarda la formazione destinata ad aggiudicarsi il titolo di campione: come si scopre analizzando le quote scommessa proposte dai bookmaker per il club vincitore (qui un esempio), la squadra favorita è quella del City – già pronosticata vincente da molti ad inizio campionato -, nonostante il distacco con le quote per la vittoria del Liverpool sia minimo.

Se è ancora presto per conoscere il nome del club che uscirà vincente dall'edizione 2018/19 della Premier League, di certo, Liverpool e Manchester City si sono già assicurati la loro partecipazione alla prossima stagione della Champions League.

Certi, anche i nomi delle prime due formazioni retrocesse: Huddersfield Town e Fulham. In particolare, il club dell'Huddersfield Town è stato ufficialmente retrocesso lo scorso 30 marzo, a sei giornate di distanza dalla conclusione del campionato, in ragione della sconfitta subita dalla squadra nel match contro il Crystal Palace e, in parallelo, delle vittorie del Burnley e del Southampton. L'Huddersfield Town ha così eguagliato il record (in negativo) del Derby County, fino a questa stagione l'unica squadra ad essere ufficialmente retrocessa dalla Premier League prima della conclusione del mese di marzo. Il Fulham si è unito ai Terriers dell'Huddersfield solo una settimana più tardi, in seguito alla sconfitta per 4 a 1 in casa del Watford, retrocedendo così con cinque giornate di anticipo.

La stagione 2018/19 della Premier League non è certo stata avara di spettacolo per gli innumerevoli appassionati che hanno seguito le gesta dei più prestigiosi club calcistici inglesi da ogni angolo del mondo. Con oltre 950 gol messi a segno ed una media di circa 2,83 reti per match (alla trentatreesima giornata di campionato) la massima serie si conferma indubbiamente una delle competizioni sportive più accese del Vecchio Continente.

Tra i giocatori in lizza per il titolo di capocannoniere del campionato spiccano Sergio Aguero del Manchester City e Mohamed Salah, alla sua seconda stagione nella Premier League dopo la parentesi in Serie A con la Fiorentina e la Roma.

Come accennato già a più riprese, grande protagonista del campionato è stato il Manchester City, detentore delle vincite con lo scarto maggiore sia in casa che in trasferta. In particolare, il 10 febbraio 2019, i Sky Blues si imponevano sugli avversari del Chelsea per 6 a 0, mentre, qualche mese prima, travolgevano la formazione del Cardiff City in casa, superandola per 0 a 5.

Il testa a testa tra il Manchester City ed il Liverpool appare palese anche considerando che le due squadre condividono il titolo per il maggior numero di vittorie di fila in campionato. Ai Reds, invece, va il record di imbattibilità, con ben 20 match consecutivi conclusi con una vittoria oppure con un pareggio.

Ottimi numeri anche sul fronte della partecipazione del pubblico e delle presenze negli stadi inglesi. Il numero totale degli spettatori accorsi per i match della Premier League 2018/19 oltrepasserebbe i 13 milioni, con un media di partecipanti per gara pari a circa 38.000, dati che confermano il trend di crescita osservato nelle stagioni precedenti.

Malagò: "Sulle date della serie A 2019-2020 dobbiamo rispettare gli accordi Uefa"

ROMA - "Le date della prossima Serie A? Non possiamo permetterci di trasgredire l’impegno contrattuale sottoscritto con la Uefa per la consegna dello stadio Olimpico in vista degli Europei del 2020" ha dichiarato il presidente del Coni Giovanni Malagò commentando le date indicate dalla Lega di A per il prossimo campionato, che dovrebbe finire il 24 maggio 2020.

Bernardeschi: "Questa Nazionale ha fatto vedere qualcosa di interessante: siamo forti e di talento"

ROMA - "Questa Nazionale qualcosa di interessante l'ha già fatta intravedere. Nelle quattro partite precedenti abbiamo fatto secondo me un grandissimo passo in avanti, abbiamo creato molte occasioni facendo vedere un grandissimo gioco, noi ci siamo divertiti in campo e credo che abbiamo fatto divertire anche chi ci guardava" ha dichiarato l'attaccante azzurro Federico Bernardeschi in vista delle gare contro la Finlandia e poi contro il Liechtenstein per le qualificazioni europee.

Ronaldo, l'uomo del destino

(LaPresse)
TORINO - E' lui il 'Re'. Con i tre gol di ieri sera, Cristiano Ronaldo si è ripreso la scena del palcoscenico internazionale ed è salito a quota 124 reti in Champions, 127 se considerate tutte le competizioni. 124, ovvero sei in più di quelli messi a segno dall’intero Atletico nella sua storia nell’Europa dei grandi. Il fenomeno portoghese può vantare inoltre primati in ogni statistica della Champions: gol totali, in casa, in trasferta, nei gironi, nella fase ad eliminazione diretta, nelle finali, su punizione, su rigore, di testa, per numero di doppiette, triplette e assist.

Gattuso: "La sfida col Sassuolo è fondamentale: non bisogna pensare al derby"

MILANO - "Dobbiamo pensare partita per partita. Oggi è una gara fondamentale, non bisogna pensare al derby, a nulla, solo al Sassuolo. Dobbiamo essere bravi noi a interpretarla bene, a partire con il piede giusto" ha dichiarato l'allenatore del Milan Gattuso parlando della sfida contro il Sassuolo.

Altre news