Pages

Fiorentina fermata sul pari da un ottimo Lecce


di Giuseppe Argese
Brutta partita quella dei viola, bravo il Lecce ad approfittarne. Altra bella prestazione del Lecce di Gigi De Canio che ferma sul pari la temibile Fiorentina, che continua il suo periodo no ed è ancora alla ricerca della sua vera identità. Stavolta alla Fiorentina la rimonta e’ riuscita a meta’. Sotto di un gol nel primo tempo ha saputo rimediare a inizio ripresa con Gilardino non riuscendo pero’ ad andare oltre l’1-1 contro un buonissimo Lecce che per gioco e occasioni (ha pure fallito un rigore) avrebbe sicuramente meritato di piu’ a conferma che attraversa un periodo di gran forma come certificano il successo all’ Olimpico con la Lazio e il pari interno col Milan. Alla fine, in un Franchi spazzato dal vento gelido, applausi per gli uomini di De Canio e fischi e slogan contro la Fiorentina costretta a interrompere la striscia di 7 vittorie casalinghe di fila.Ma vediamo alla cronaca della gara. Pronti-via e Ljajic prova subito a dire la sua: ottimo scambio con Montolivo e tiro del giovane viola di poco fuori. E’ però un lampo in un pomeriggio un po’ troppo confuso: ritmi non altissimi e squadre non organizzatissime. Ci prova a inserirsi in questo clima Di Michele, il cui sinistro prima e il colpo di testa poi rappresentano occasioni da gol importanti: la sfortuna nel primo caso, un po’ di sufficienza nel secondo negano la gioia del gol all’attaccante giallorosso. E’ però l’antipasto del gol, che puntuale arriva pochi minuti dopo: discesa in bello stile per Olivera, il trequartista vede poi con la coda dell’occhio l’inserimento del solito Di Michele, che di piatto infila la porta difesa da Boruc. Incredibile poi quello che accade al 40′: l’arbitro concede un rigore contro la viola per fallo su Giacomazzi, sul dischetto si presenta Di Michele, che seppur spiazzi Boruc, coglie in pieno la traversa. E’ l’ultimo sussulto della prima frazione, che termina anche un po’ a sorpresa col vantaggio del Lecce. Comincia con un altro piglio la Fiorentina, che con Gila trova il pareggio in apertura di tempo: sponda un po’ fortunosa di Gamberini, ma il centravanti viola è bravissimo a sfruttare uno dei pochi palloni giocabili che il match gli abbia offerto regalando così il pareggio ai suoi. E un minuto dopo è di nuovo Gila: calcio piazzato di D’Agostino e Rosati si deve superare per impedire all’attaccante di siglare la sua doppietta personale. Il Lecce però non ci sta e con Jeda prova a impensierire Boruc, ma il giocatore del Lecce viene ammonito per simulazione. Nonostante le continue insidie di Olivera e Di Michele, gli ospiti non riescono però a ribaltare nuovamente il risultato, e anche le forze, di certo non quelle del primo tempo, contribuiscono al risultato finale di 1 a 1.


IT: Security Suite

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.