Pages

Aquile, volo notturno dai galletti

Il Bari affronterà nel posticipo la Lazio capolista, da cui la separano cinque punti. Reja probabilmente cambierà il modulo, mentre Ventura ha il dubbio Alvarez. La settima giornata di campionato offrirà domenica sera un posticipo davvero interessante, quello tra Lazio e Bari. La Lazio è capolista in solitaria con 13 punti, mentre il Bari è in settima posizione a quota 8, a pari merito con Juventus, Palermo, Catania, Genoa e Lecce.Prima della sosta per gli impegni delle Nazionali, alle prese con le qualificazioni agli europei del 2012, i biancocelesti avevano battuto 1-0 il Brescia all'Olimpico, mentre i galletti sono reduci dalla sconfitta di Marassi per 2-1 con il Genoa. Il modulo anti-Bari non è un mistero. Reja sta lavorando da una settimana sul 4-2-3-1, assetto già proposto a Firenze e non solo. Il tecnico goriziano abbandonerà temporaneamente il 4-3-1-2 col quale ha ottenuto gli ultimi successi in campionato, per affidarsi ad un modulo adatto a contenere gli avversari sulle fasce. Come la Fiorentina, il Bari è squadra che costruisce il suo gioco sulle corsie esterne ed il 4-2-3-1 in fase di non possesso si trasforma il 4-4-1-1 con in linea a 4 in mediana che andrebbe ad opporsi a quella della squadra di Ventura. Brocchi sembra favorito su Matuzalem per affiancare Ledesma davanti alla difesa. Il brasiliano è reduce da un guaio muscolare al polpaccio e non è al top. Nella linea a tre dietro a l'unica punta Floccari, a destra è stato provato Zarate, che sarà chiamato da Reja ad arretrare sulla mediana in fase difensiva, nella posizione di esterno di centrocampo. Qualche acciacco per Cavanda (distorsione alla caviglia), mentre Kozak potrebbe giocare il derby Primavera a Formello. Il tecnico del Bari Ventura, invece, deve ancora rinunciare a Raggi, alle prese con un persistente dolore alla schiena. In retroguardia, pertanto, non ci dovrebbero essere novità rispetto a Genova. Negli altri reparti invece non mancano dubbi e ballottaggi. Alvarez, tornato soltanto giovedì pomeriggio da Los Angeles (ha giocato con la nazionale honduregna contro il Guatemala), sta pian piano recuperando. Ma non è detto che domenica sera parta dall'inizio: il tecnico potrebbe preferirgli Rivas. Una maglia in bilico anche nel vivo della manovra, tra Gazzi e Donati. Mentre in prima linea Kutuzov dovrebbe riprendere posto accanto a Barreto. Toccherà a Castello cedergli spazio. Arbitrerà l'incontro il sig. Rocchi di Firenze.

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.