Pages

Lega Pro e rischio fallimento dietro l’angolo per il Bari

di Nicola Zuccaro
BARI – Le vociferate difficoltà finanziarie nelle quali versa ormai cronicamente l’As Bari hanno trovato puntuale riscontro nel Lunedì dell’Angelo. Alla Pasqua rappresentata dalla matematica retrocessione in B è seguita una Pasquetta forse ancor più amara della precedente festività perchè conclusasi con la proposta lanciata dal Presidente Vincenzo Matarrese ai calciatori di poter spalmare gli stipendi.Pur accettando la stessa resta l’inconfutabile dato di fatto : l’As Bari è con l’acqua gola ed il rischio di non potersi iscrivere alla Serie B 2011-2012 pur usufruendo del “Paracadute” riservato alle Neo Retrocesse è reale e quindi a rigor di logica la Lega Pro farebbe al caso del Bari. In Via Torrebella da non pochi mesi il pensiero è rivolto alla Ex Serie C e in occasione di Bari-Sampdoria la presenza in Tribuna di alcuni ex dirigenti dell’Andria Bat farebbe pensare ad un coinvolgimento degli stessi per la Categoria. E’ un primo segnale al quale se ne aggiunge un altro rappresentato dalla cordata. Qualora la stessa dovesse fare dietro-front dopo la lunga analisi dei documenti contabili i Matarrese non esiterebbero a lasciare le chiavi del San Nicola al Sindaco e di conseguenza al Comune di Bari verrà scaricata la patata bollente per cercare quei nuovi acquirenti che potrebbero corrispondere proprio ai De Gennaro (DEC Costruzioni) ai Guastamacchia e ai Ladisa che in virtù dei rapporti d’affari con l’attuale Amministrazione Comunale potrebbero rilanciare l’idea della Newco. Costruire una Società Ex Novo senza accollarsi i debiti della precedente gestione matarresiana. Quest’ultima potrebbe, in caso di estrema difficoltà, annunciare il fallimento presentando i libri contabili presso la Sezione Fallimentare del Tribunale e l’As Bari verrebbe dichiarata fallita ripartendo in virtù del ” Lodo Petrucci” anche dalla Seconda Divisione della Lega Pro : Ex Serie C/2. Per i ” Kennedy di Puglia” l’istanza fallimentare sarebbe la via d’uscita dalla difficoltà di incontrare degli acquirenti disposti a rilevare il pacchetto di maggioranza dell’As Bari in quanto gli stessi Matarrese hanno più volte dichiarato la loro volontà nel passare il testimone ad altri. A chi non si sa. La Città resta in attesa.


Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.